Filetti di trota in salsa di tartufo

Solitamente, quando si parla di secondi al tartufo si pensa sempre a piatti di carne. Difficilmente pensiamo di accostare il pesce a un sapore così intenso. Ebbene, è un grave errore. Ci sono alcuni pesci che verrebbero esaltati da un accostamento simile. Prova a mettere della salsa al tartufo vicino a dei filetti di trota e vedrai che risultati gustosi.

Ingredienti

Non è una ricetta da preparare quando si ha fretta. Tra i tempi di preparazione (circa 30 minuti) e di cottura (25 minuti), se ne va quasi un’ora. Tuttavia, non è particolarmente difficile da realizzare per cui basta mettersi con un po’ di buona volontà e il risultato è assicurato.

Gli ingredienti che servono sono i seguenti (le porzioni sono indicate per 4 persone):

  • 8 filetti di trota;
  • 1 foglia di alloro;
  • 1/2 carota;
  • prezzemolo q.b.;
  • timo q.b.;
  • limone q.b.;
  • olio q.b..

Per la salsa, invece, serviranno:

  • 1 tartufo nero medio-piccolo;
  • 2 acciughe sottosale;
  • 1/2 spicchio d’aglio;
  • olio q.b.;
  • sale q.b..

Tutti ingredienti semplici da recuperare e anche facili da trattare. Insomma, la permanenza in cucina si preannuncia molto piacevole.

Preparazione dei filetti di trota in salsa di tartufo

La prima cosa da fare è cuocere il pesce a vapore. In questo modo, la cottura ne preserva al massimo i valori nutrizionali e lo rende molto più sano. Si mette a bollire mezzo litro d’acqua in una casseruola insieme all’alloro, al timo, alla carota e a un po’ di prezzemolo. In questo modo, l’acqua si insaporisce. Una volta che bolle, bisogna appoggiare sul recipiente il cestello della cottura a vapore e adagiarvi sopra i filetti di trota. La cottura deve essere portata avanti per circa 10 minuti. Una volta che saranno pronti, vanno disposti sul piatto da portata (o nei singoli se si pensa a un impiattamento particolare) e conditi con un po’ di succo di limone e di olio. A quel punto, si lasciano raffreddare e riposare.

È arrivato il momento di occuparsi della salsa. Dopo aver pulito molto bene il tartufo con l’apposito spazzolino e asciugato con un panno umido, bisogna tritarlo finemente. Il ricavato deve essere raccolto in una ciotola e pestato fino a ridurlo della consistenza di una cremina. Nel frattempo, si mettono sei cucchiaini di olio in un tegamino scaldate a fuoco basso. Si unisce la cremina, si mescolae e s’insaporisce con un pizzico di aglio tritato e uno di sale. Continuando a mescolare, si aggiungono le acciughe dissalate, diliscate e spezzettate fino a ottenere una salsa piuttosto morbida, pronta ad accompagnare i filetti di trota. La si può versare in un recipiente da portare a tavola insieme al piatto di portata e lasciare che i commensali ne versino a piacere oppure creare un impiattamento ad hoc.

Altri suggerimenti

Se il menù deve essere interamente dedicato all’accostamento tra tartufo e pesce, come primo si potrebbe proporre un risotto al cognac con tartufo e scampi. Un bel modo per aprire il pranzo o la cena, soprattutto se dopo ci saranno i filetti di trota con la salsa tartufata.

Come secondi innovativi c’è anche lo scamone di manzo con salsa ai funghi e tartufo o il carpaccio di funghi e tartufo.

Comments

So empty here ... leave a comment!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sidebar